La giornata di Mr Giuseppe (il boss garzone) inizia al mercato ittico di Ortigia, più precisamente alla pescheria del Sig Cappuccio U’ Zu Tito, che gli vende sempre il pesce migliore di giornata: U iammuru (gamberetto), U calamaru (calamaro), u masculinu (alice), a trigghiola (triglia), u pisci spada (pesce spada), u puppu (polpo) e via dicendo a seconda di quello che il mare porta si amplia e si complica la scelta di Mr Giuseppe u boss garzone. Tra battute simpatiche, squame volanti U’ sig Tito assicuta (manda via) u’ signor peppe con un gran sorriso e gli da appuntamento al giorno dopo.

E’ il turno della verdura, dal Sig Peppe in via Landolina nei pressi del Duomo. Anche qui ...che scelta tra i colori della stagione ed i suoi profumi... a mulinciana (melanzana), i pipi (peperoni lunghi), a cipudda (cipolla), i patati (patate), a nzalata (insalata), i pumadori (pomodori), i cucuzzeddi (zucchini), u basilicò (basilico), amenta (menta), u puddisinu (prezzemolo), u lumiune (limone) e tanto altro, che iddu stissu (lui in persona), ni potta a nui autri a sicilia in tavola (ce la consegna in sicilia in tavola). Mentre il boss garzone è in giro per commesse, nella spaghetteria c’è Miss Doriana a nicuzza (la piccola) con la ramazza nelle mani che assicuta ( manda via) tutti quanti vogliano fare orme sul pavimento della sala ancora bagnata.

Spesso in sala rimbomba: Peppe Peppe Peppe hai comprato questo hai fatto questa cosa hai chiamato il gas ecc ecc, fammi il conto al tavolo 2, ci sono dei clienti alla porta, il piattiiinoooo,  povero il boss garzone che per prepararsi a questo si dirige subito al bar del Sig. Artale a rimpinzarsi la pancia col calzone e il caffè strittu (corto). Ad ognuno le sue “croci”. Tutta la squadra dopo aver pranzato (e si noi pranziamo presto, alle 12!) si mette in riga: si inizia a lavorare!! Buon Appetito da tutti noi. Ah, non abbiamo succursali, la nostra è unica sede!

Sicilia in tavola® è un piccolo ristorante situato in Via Cavour al civico 28, sulla strada principale che porta alla splendida piazza Duomo e  prosegue verso la famosa Fonte Aretusa con i suoi imponenti e morbidi papiri, che accarezzati dalla brezza marina si affacciano sul lungomare di ponente, dove si può godere dello splendido tramonto dai colori mediterranei. Nasce nel 1998 per mano di Salvo D’Amico che la chiamò dapprima Quelli della Trattoria e poi Sicilia in Tavola. Il caro Salvo, ora scomparso, ci ha passato il testimone e noi continuiamo la storia di Sicilia in Tavola con passione, determinazione, lealtà, portando avanti la sua memoria e la nostra filosofia imprenditoriale, basata su un piano di lavoro che guarda al futuro e cura i propri clienti, anche quelli di passaggio, come parte integrante e vitale della vita stessa di Sicilia in Tavola.

Io mi chiamo Giuseppe Zappulla, sono il proprietario dal 2007 e con la mia compagna Doriana siamo lieti e grati di ospitarvi.


Dicono di noi tante guide

tra le più famose trovate: